MAJORdomo nasce da una consolidata esperienza nel campo dello smart building e da una costante ricerca di nuove soluzioni per l’efficienza energetica – si tratta, in altre parole, della naturale evoluzione che ci ha già portato a progettare il sistema di accumulo Lucciola. L’obiettivo è offrire un sistema di automazione tanto efficiente quanto facile da installare e usare. Il vantaggio di MAJORdomo è duplice: ottimizza i consumi dell’involucro e massimizza comfort, salute e sicurezza di chi abita l’edificio.

majordomo logo
majordomo homepage

Sistema di Gestione Domotica

MAJORdomo gestisce (ad esempio)
  • luci
  • riscaldamento e raffrescamento
  • carichi
  • ventilazione meccanica controllata
  • pompe di calore
  • sicurezza: allarmi, videosorveglianza, antipanico
  • tende e tapparelle motorizzate
  • irrigazione

MAJORdomo consente di tenere sotto controllo la propria abitazione, sempre e da qualunque luogo.

Il valore aggiunto di MAJORdomo
  • Facilità di programmazione per l’utente. Scenari e sottoscenari sono programmabili (e modificabili successivamente) in modo intuitivo grazie alla semplice interfaccia grafica del touch screen da 7”.
  • Facilità di installazione. Di fatto l’esperienza del tecnico può limitarsi all’impianto elettrico tradizionale, in quanto non sono previsti cablaggi particolari. I moduli sono montati nelle scatole di derivazione e collegati via doppino telefonico.
  • Basso costo di installazione e manutenzione: l’eventuale malfunzionamento di un modulo non inficia il funzionamento dell’intero impianto perché ciascun modulo è indipendente. Componenti e accessori sono facilmente reperibili sul mercato.
  • Flessibilità. La comunicazione tra moduli avviene tramite il protocollo universale MODBUS. MAJORdomo è interfacciabile con un’ampia libreria di dispositivi e protocolli anche proprietari (KNX, Wi-Fi, M-Bus, CAN-Bus, etc.), con cui può dialogare per migliorare l’efficienza energetica.
  • Scalabilità: è possibile realizzare piccoli sistemi stand-alone che assolvono a specifiche richieste, fino a spingersi a sistemi complessi di supervisione e controllo di tutto l’edificio. Il sistema può crescere nel tempo senza richiedere spese accessorie se non l’acquisto dei semplici dispositivi.
  • Remotizzazione: attraverso un collegamento LAN, è possibile gestire il sistema via remoto, tramite PC, cellulare, palmare ed ogni tecnologia che permetta di accedere alla rete.
  • Efficienza energetica e integrazione con il fotovoltaico. MAJORdomo monitora e ottimizza le temperature e i consumi gestendo i dispositivi (ad esempio l’impianto di riscaldamento) in funzione della produzione fotovoltaica, al fine di massimizzare autoconsumo e, quindi, risparmio.

I vantaggi per l’utente
  • è semplice
  • è programmabile in completa autonomia: l’utente può cambiare le associazioni o creare/modificare gli scenari
  • ha un comodo schermo touch screen da 7 pollici
  • non necessita di un manuale (data la semplicità)
  • non necessita di software di programmazione (viene tutto gestito dal touch screen o da computer, tablet o smartphone in collegamento VNC)
  • fa il monitoraggio dei consumi e della produzione dell’impianto fotovoltaico
  • può controllare il riscaldamento gestendo fino a 32 zone a profilo di temperatura diverso
  • può scaldare l’acqua in caso di produzione fotovoltaica sufficiente, in modo del tutto automatico
  • può gestire dei riscaldatori elettrici ed eventualmente accenderli solo in caso di sufficiente produzione fotovoltaica
  • può gestire i condizionatori elettrici ed eventualmente accenderli in presenza di sufficiente produzione fotovoltaica
  • può temporizzare tutte le uscite in modo indipendente (ad esempio può simulare la presenza delle persone accendendo e spegnendo luci, alzando ed abbassando tapparelle quando si è in vacanza, ecc.)
  • può ridurre il numero di pulsanti (uno stesso pulsante può gestire fino a 5 attivazioni diverse premendolo più volte: una pressione = una funzione, due pressioni = altra funzione, ecc.)
  • ha un sistema antipanico già integrato; inoltre l’utente può decidere quali pulsanti utilizzare come sistema antipanico, in modo tale che tali pulsanti, se premuti in un certo modo, attivino delle uscite (e quindi, ad esempio, si accendano delle luci, suoni l’allarme, siano inviati sms o e-mail)
  • rende l’impianto elettrico (totalmente replicato sullo schermo) gestibile da remoto (via computer, tablet o smartphone)
L’architettura

Il software

  • Front End:
    • pagina principale con informazioni sugli impianti
    • pagina di programmazione a sua volta suddivisa in:
      • IN/OUT e servizi
      • configurazione sistema
  • Back End, con tre subprocessi gestiti tramite il framework Ray:
    • lettura e scrittura IN/OUT
    • lettura e scrittura servizi
    • gestione degli eventi correlati all’associazione tra IN e OUT (ossia come le informazioni sono ricevute ed elaborate)

L’ hardware

  • PC industriale all-in-one con sistema operativo Linux Ubuntu embedded e processore Intel i7 Quad Core
  • 2 linee RS485 e porte RS485 native per il protocollo di comunicazione MODBUS:
    • 1 linea principale, velocità 115.200 baud, su cui vertono i moduli di acquisizione e comando ad alta velocità, ossia i moduli IN digitali, IN analogici, OUT digitali e OUT relé; gli oggetti acquisiti sono, ad esempio, sonde di temperatura, sensori di movimento, pulsanti e interruttori
    • 1 linea secondaria, velocità 9.600 baud, che gestisce la comunicazionecon i servizi: ad esempio, allarmi, pulsanti virtuali, climatizzazione, videocitofonia, lettori MIDI, dimmer di potenza, inverter fotovoltaici, macchine di ventilazione meccanica, pompe di calore e sistemi di accumulo

Unità di controllo touch screen e gestione da remoto

L’unità di gestione del sistema è dotata di touch screen da 7” ed interfaccia utente semplice e intuitiva. Permette la visualizzazione delle immagini acquisite dall’impianto videocitofonico e dal sistema di videosorveglianza; consente di visualizzare i consumi in atto e la proiezione della spesa su base giornaliera e annuale.

L’unità di controllo touch screen è totalmente gestibile da remoto con PC, tablet o smartphone. Per usufruire di questa funzione, è sufficiente collegare lo switch di rete del sistema ad un router connesso ad Internet. Inoltre, è permessa la gestione locale tramite connessione wireless, nel caso sia presente un access point wi-fi.

Il software dell’unità di controllo integra un server VNC già configurato. L’utente finale, dopo aver installato sul proprio dispositivo un software VNC (scaricabile gratuitamente da Internet e facilmente configurabile), sarà in grado di visualizzare da remoto lo schermo dell’unità di controllo.

Gestione illuminazione

Il sistema proposto gestisce i punti luce. Le accensioni possono essere controllate tramite comandi manuali (tradizionali pulsantiere delle serie civili) o attraverso l’unità di controllo touch screen. E’ prevista la configurazione di comandi di accensione e pulsanti scenario. L’utente può personalizzare le funzioni assegnate ad ogni pulsante. La gestione delle luci può essere associata agli eventi del sistema anti-intrusione o ad altri eventi.

Sono previsti i seguenti scenari standard pre-programmati:

  • Accensione generale
  • Spegnimento generale
  • Entro: accensione luci di ingresso e spegnimento automatico dopo un minuto
  • Esco: spegnimento generale delle luci (con un ritardo di un minuto per la luce di ingresso) e contemporanea chiusura di tutte le tapparelle motorizzate
  • Antipanico: in caso di pressione prolungata (5s) su un qualsiasi pulsante, accensione di tutte le luci e spegnimento automatico dopo un intervallo di tempo prestabilito

Gestione riscaldamento elettrico

Il sistema di riscaldamento elettrico a pavimento viene progettato su misura in base alle planimetrie fornite ed è costituito da un cavo riscaldante bifilare, multistrato e super-resistente già posto a serpentina su un tappetino di rete. Grazie allo spessore ridottissimo è estremamente facile e veloce da installare; può essere annegato nel massetto, in un pavimento flottante o, addirittura, incollato insieme alle piastrelle.

E’ caratterizzato da assenza di inerzia termica e dalla stessa efficienza in qualsiasi condizione di temperatura; non si dilata, non si ossida, non produce campi elettromagnetici e non necessita di alcun tipo di manutenzione. Inoltre, il calore da irraggiamento emesso dai tappetini, scaldando le persone anziché l’aria, è immediatamente percepito dalle persone.

La centralina di controllo MAJORdomo Clima gestisce la gestione dei carichi onde evitare distacchi indesiderati del contatore quando il riscaldamento è acceso nella sua totalità. Tutte le zone che devono essere alimentate vengono accese in contemporanea; infatti la centralina, avendo come riferimento il carico istantaneo dell’abitazione, riduce l’assorbimento alla quota di energia disponibile, attenuando uniformemente tutti i sistemi riscaldanti accesi.

Normalmente, invece, le centraline prevedono un accensione/spegnimento a rotazione delle sotto-zone affinché il consumo non superi la potenza disponibile, creando contemporaneamente zone in cui il tappetino riscaldante è acceso e altre in cui è spento. Questo modo di operare si traduce in una riduzione del comfort abitativo, generando zone che vengono raramente alimentate e, quindi, riscaldate.

LA CENTRALINA MAJORDOMO CLIMA

La centralina MAJORdomo Clima consente di:

  • gestire l’edificio in base a zone climatiche di temperatura. Nella versione BASE il controllo della temperatura di ogni zona climatica avviene mediante una sonda di temperatura posta all’interno di ogni zona da controllare. Nella versione PLUS è conteggiato l’inserimento di una sonda di temperatura per ogni stanza;
  • programmare i livelli di temperatura e la schedulazione oraria tramite l’unità di controllo touch screen. È inoltre possibile legare l’attivazione/disattivazione del sistema di climatizzazione allo stato degli scenari programmati;
  • gestire le priorità di accensione rispetto ad altre utenze (ad esempio, in caso di utilizzo di acqua calda o di accensione del forno la potenza disponibile per il riscaldamento viene ridotta della quota impiegata dagli altri carichi onde evitare il distacco del contatore);
  • inserire un’impostazione automatica che accenda il riscaldamento quando il fotovoltaico produce e l’assorbimento in casa è minimo, così da sfruttare l’energia autoprodotta.

Gestione carichi

Il sistema può gestire il distacco/riattacco dei carichi al fine di minimizzare i disservizi causati da eccessivo assorbimento di potenza elettrica istantanea. Il controllo viene effettuato tramite la lettura al montante di alimentazione del carico aggregato ed il distacco graduale dei carichi, secondo priorità definite dall’utente.

Attraverso questa funzione è possibile visualizzare i consumi in atto e la proiezione della spesa su base giornaliera e annuale.

Il sistema è predisposto per leggere il consumo di potenza e la produzione di fotovoltaico in sistemi monofase, tramite l’utilizzo di TA collegati ai montanti dei carichi che si vogliono monitorare.

Gestione allarmi

Sono previsti i seguenti scenari standard pre-programmati:

  • Generale: inserimento antifurto di tipo perimetrale e ambientale
  • Parziale: monitoraggio di porte e finestre, con esclusione dei sensori ambientali
  • A zone: parzializzazione dell’antifurto a zone (es.: zona notte/giorno)
  • Programmazione oraria: inserimento automatico dell’antifurto su fascia oraria
  • Economy: inserendo l’antifurto, automaticamente si spengono le luci e si abbassano le soglie di temperatura

Gestione videocitofonia e videosorveglianza

Il sistema può essere integrato con telecamere. Le immagini rilevate dalle telecamere sono visualizzabili tramite l’unità di controllo Touch Screen oppure da remoto e possono essere registrate connettendo al server un supporto di archiviazione.